Impariamo a vedere: come fotografare a occhi aperti

4 EPISODI   |  LINGUA: ITALIANO

This series has aired already.

Drop us a line to ask for a new edition!

Overview della serie

Nel medioevo una persona entrava in contatto con circa 40 immagini artificiali in tutta la sua vita (affreschi, quadri, …). Solo nel 2020 l’umanità ha scattato oltre 1,4 *miliardi* di foto.

Il mondo ora contiene più fotografie che mattoni e sono, sorprendentemente, tutte diverse. (John Szarkowski)

Alzi la mano chi nell’ultimo mese non ha mai scattato una fotografia. Sì, vale anche con il cellulare!

Sì, vale anche il cellulare! Una volta le fotografie le scattavano i fotografi. Ma qual è oggi la differenza tra fare fotografie ed essere fotografi? Un fotografo è un professionista che mette le proprie foto al servizio di uno scopo, spesso di un committente. Noi quando scattiamo fotografie non ci sentiamo dei fotografi perché non abbiamo uno scopo da voler comunicare. Ma una persona che usa i social condividendo immagini per comunicare qualcosa, fa fotografie o fa il fotografo?

Non siamo fotografi, ma siamo comunque massivi utilizzatori di immagini fotografiche per comunicare, per suscitare qualcosa in noi stessi e negli altri: ecco che si apre la possibilità di una consapevolezza diversa nel sapere come scattarle, selezionarle, utilizzarle per il nostro “scopo”.

Un’immagine supera la barriera della razionalità, e sa evocare immediatamente una reazione, emotiva, istintiva, conscia o inconscia. Siamo tutti notevolmente ricettivi di fronte alle immagini. E le ricordiamo meglio.

Questa serie si propone, in modo leggero e divertente e senza la pretesa di diventare esperti fotografi, di togliere un po’ di nebbia. Di iniziare a guardare in modo diverso, per poter vedere quello a cui di solito non facciamo caso. Di iniziare ad educare l’occhio a cercare qualcosa che non vedremmo al primo impatto. Scopriremo come valorizzare lo scatto che fermerà quell’attimo per sempre. attraverso esercizi di osservazione.

Imparare a vedere, è il tirocinio più lungo in tutte le arti.
(Edmond De Goncourt)

Non serviranno mirabolanti macchine fotografiche. Non è un corso di tecnica fotografica. Porta pure il tuo smartphone. La differenza la faranno i tuoi occhi e la tua curiosità. C’è sempre chi davanti ad una bella fotografia chiede come è stata scattata, mentre a noi interessa chiederci il perché.
A noi interessa quello che sai vedere.

Per chi è

  • Per tutti coloro che utilizzano fotografie nella loro vita quotidiana, per comunicare sui social, per redigere documenti al lavoro, per selezionare foto da utilizzare in un album ed in generale per raccontare storie.

 

  • Per tutti coloro che, pur non essendo esperti di fotografia, amano fermare istanti e arricchire i ricordi, non necessariamente per volerli condividere pubblicamente, ma avendo il piacere di conservarli.

 

  • Per tutti coloro che vogliono imparare a “vedere” di più attraverso la fotografia e valorizzare le cose che “vedono”.

 

  • Non è per chi è esperto di fotografia o ha la necessità di imparare la tecnica fotografica.

Dettaglio degli episodi

EPISODIO 0

Si inizia! Ma da dove?

Se ti stai domandando come funzionerà questa serie, se devi già essere Steve McCurry 🙂 per partecipare, se per caso serve attrezzatura e quale, se sarà un serio e tecnicissimo corso di fotografia o un posto dove imparare con leggerezza e divertimento. Insomma, se ti stai chiedendo se questa serie fa o meno al caso tuo, questo è lo spazio giusto per ricevere le risposte. E non solo da me! Infatti ci divertiremo anche insieme a ben 2 testimoni oculari, che possono testimoniare che non sono mai stati maltrattati durante la serie, o almeno non troppo!

L’unica cosa che devi fare dopo esserti iscritto/a è scegliere 3 foto per te importanti, perchè ti rappresentano o perchè le trovi particolarmente significative. Anche che non hai scattato tu! E venire a scoprire come inizia il viaggio…

DATA: 15 MARZO 2021
ORA: 18:00 – 19:00 CET
FORMATO: WEBINAR
PREZZO: GRATUITO
LINGUA: ITALIANO
MAX PARTECIPANTI: ILLIMITATO
USERAI: ZOOM

EPISODIO 1

La perfezione è nei dettagli

La fotografia ha delle regole, anche se non è matematica. Conoscere alcuni principi e a cosa fare attenzione può essere davvero utile a migliorare con facilità uno scatto. In questo episodio ci concentreremo su che cosa ci deve essere in un fotogramma. E, soprattutto, su cosa *non* ci deve essere. Questo sì, vedrete, fa tutta la differenza del mondo. Scopriremo come funziona il nostro occhio e da cosa è catturata la nostra attenzione, sia quando scattiamo che quando osserviamo un’immagine. E scopriremo tutto ciò che ci sfugge. Impareremo dai nostri errori, perché “le prime 10.000 fotografie sono le peggiori”, diceva Henri Cartier-Bresson. E si riderà molto! Ma alla fine vedrete cose…

La macchina fotografica è uno strumento che insegna alla gente come vedere il mondo senza di essa.

(Dorothea Lange)

DATA: 22 MARZO 2021
ORA: 18:00 – 20:00 CET
FORMATO: WORKSHOP
PREZZO: € 23 + VAT
LINGUA: ITALIANO
MAX PARTECIPANTI: 20
USERAI: ZOOM, MIRO

EPISODIO 2

Cerca la *tua* foto

La fotografia è sempre un escludere il resto del mondo per farne vedere un pezzettino. Di per sé è ritaglio, porzione di realtà che viene scelta e prelevata. Si seleziona una cornice e si rimuove tutto ciò che non può rientrare lì dentro. Il fotogramma non è la rappresentazione della realtà, ma la rappresentazione di quello che abbiamo saputo vedere della realtà, di ciò che ci ha colpito e che abbiamo voluto raccontare, del nostro punto di vista. Impareremo come andarci a prendere la nostra foto e distinguerci comunicando attraverso la nostra unica prospettiva. 

Non vediamo le cose come sono, ma vediamo le cose come siamo.

(Carl Gustav Jung)

DATA: 29 MARZO 2021
ORA: 18:00 – 20:00 CET
FORMATO: WORKSHOP
PREZZO
: €23 + VAT
LINGUA: ITALIANO
MAX PARTECIPANTI: 20
USERAI: ZOOM, MIRO

EPISODIO 3

Impariamo a raccontare

La fotografia serve a rivivere, a raccontare, a immaginare. Le fotografie catturano un momento e lo rendono immortale: saranno ciò che rimarrà quando la memoria sbiadirà. Ed è importante avere cura dei ricordi catturando immagini significative, che sappiano raccontare l’emozione che stavamo provando. Le immagini davvero potenti raccontano storie incredibili anche da sole. Ma non sono così facili da scattare. È importante anche saper selezionare un set di immagini che insieme sappiano raccontare quello che vogliamo comunicare, la nostra storia. Impareremo l’importanza del numero, della tipologia, della sequenza. Ogni dettaglio contribuirà a rendere la tua storia indimenticabile. Poi se gli scatti sono anche buoni, funziona di più!

Anche se c’è forse un campo in cui la fotografia non può dirci nulla di più di ciò che vediamo con i nostri occhi, ce n’è un altro in cui ci dimostra quanto poco i nostri occhi ci consentano di vedere.

(Dorothea Lange)

DATA: 19 APRILE 2021
ORA: 18:00 – 20:00 CET
FORMATO: WORKSHOP
PREZZO
: €23+ VAT
LINGUA: ITALIANO
MAX PARTECIPANTI: 20
USERAI: ZOOM, MIRO

What participants say

Antonella è in grado di farti vedere un mondo che hai proprio davanti ai tuoi occhi e che, per qualche strana ragione, non riesci a cogliere. Partecipando alla sua serie ho imparato molto, ma soprattutto adesso ho occhi diversi. L'esperienza, poi, ha superato ogni aspettativa. Divertente e, confesso, a tratti anche commovente per chi sa aprire gli occhi ma anche un po' il cuore.

Emanuele, trainer e coach
E’ sempre stato tutto lì davanti ma, semplicemente, non lo vedevo. Antonella con la sua esperienza, professionalità e anima non solo mi ha trasmesso principi e regole di composizione ma tutta la sua passione per il mondo della fotografia. Ha costruito un nuovo linguaggio e mi ha dato strumenti per percepire in altro modo quello che mi circonda. Ho assaporato il gusto di non fermarmi alla prima impressione per andare oltre l’inquadratura e capire cosa colpisce me, cosa risuona con me, per trovare la mia foto.

Come tutti, scatto foto ogni giorno ma qualcosa è cambiato da quando Antonella mi ha detto che “non vediamo le cose come sono ma come siamo”. Lei ha aperto porte e liberato emozioni, io ho iniziato a vedere.

Alessandra, facilitatore e playful experience enabler

Ti serve saperne di più?

Chiedici quello che vuoi.

You may also like

No event found!

Ti serve saperne di più?

Chiedici quello che vuoi.